Star Citizen, free flight: l’Intergalactic Aerospace Expo è finito, ma non le ghiotte offerte “starter”

Collaborazioni News

L’Intergalactic Aerospace Expo di Star Citizen è concluso, o quasi. Le manifatture più marginali, ma non per questo meno importanti, nel panorama di gioco come Consolidated Outland, Tumbril, Crusader Industries, Kruger Intergalactic, Argo Astronautics e Greycat, avevano fatto parte dell’ultimo video.

Non c’è molto da aggiungere. Le manifatture sopracitate spaziano da starter, a veicoli terrestri militari. Da piccoli snub fighter adatti per sorvolare i pianeti senza troppo impegno, a navette per il trasporto di materiali e ciurme ad altre ben più grandi.

Nella categoria “ancora in sviluppo” spicca l’Hercules di Cloud Imperium Games, insieme alle proprie varianti. Il grande vascello che introdurrà per la prima volta su Star Citizen dei vani nascosti per il contrabbando, o il trasporto di 200 uomini più tank, è ancora lontano dall’essere toccato con mano.

Non è da meno la nave per eccellenza del trasporto passeggeri: Crusader Genesis Starliner. “La classe Genesis accoglie 40 passeggeri e 8 membri dell’equipaggio. Con interni completamente modulari, promette di accontentare tutte le esigenze e di adattarsi a molteplici scopi. Questi spaziano da lussuosi interni, a configurazioni più orientate a fornire ai passeggeri qualche spazio di carico extra”.

CIG non ha però ancora finito. Gli rimangono un paio di assi nella manica per attirare nuove leve. I pacchetti starter, o iniziali, sono infatti scontati, e vi è la possibilità di provare la Anvil Arrow fino al 4 dicembre.
Se volete entrare nell’universo in continua espansione di Star Citizen, questo è il momento migliore.

Articolo condiviso con StarCitizen.it

Tagged
Matteum Primo
Videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.
http://ilvideogamepost.net/