Final Fantasy XV è stato il punto di ripartenza della celebre serie di JRPG, ma sembra che ci sia un nuovo punto di declino. Tempo fa Square Enix aveva svelato ai fan l’arrivo di nuove contenuti aggiuntivi e “story DLC”, sebbene questo ormai faccia parte del passato.

Secondo quanto riportato da VG24/7.com la maggior parte di tali contenuti sarebbero stati cancellati per via dell’abbandono del director Hajime Tabata. Lo stesso personaggio che ha risollevato Final Fantasy XV, e scusate il gioco di parole, finalizzato il progetto da concept a realtà giocabile.

Tabata-san sarebbe stato messo di fronte a una scelta: rimanere nello studio Luminous Production per portare avanti i DLC, o seguire un altro tripla A. E come anticipato il director ha preferito “seguire la propria nuova sfida del creare un nuovo JRPG tripla A”, abbandonando Final Fantasy XV.

Le scelte non sono quasi mai semplici. E questo caso ne è un esempio. I contenuti aggiuntivi di Final Fantasy XV saranno quindi limitati, benché nuovi boss da sfidare nel DLC Comrades arriveranno su console il 13 dicembre. Oltre che l’inedito “Episode Ardyn” atteso per marzo 2019.

Final Fantasy XV si ferma qui? Prima di chiudere del tutto, una bella ottimizzazione alla versione PC non guasterebbe.