È passato un po’ di tempo dall’ultimo recap mensile del Videogame Post. L’estate non è stata di certo favorevole a migliorare questo dato di fatto, e i recente impegni e aggiornamenti del blog hanno portato via il restante tempo libero.

Sebbene non ci siano articoli degni di nota da segnalare, tranne per quanto riguarda quelli del CitizenCon 2948 dedicato a Star Citizen e redatti per StarCitizen.it, c’è qualcosa da dire. Il Videogame Post ha iniziato la collaborazione con un’altra realtà videoludica: Indiexpo.

Indiexpo potrebbe essere definito come lo Steam degli indie gratuiti. Una vetrina su un mondo in espansione e che vuole trovare un proprio spazio. La pirateria non riguarda Indiexpo, nel caso ve lo stiate domando. La piattaforma permette di scaricare demo o giochi “free to play” direttamente postati dagli sviluppatori, e Indiexpo fornisce quindi solamente uno spazio per metterli in mostra.

I migliori tra questi indie vengono passati sotto l’attenta lente del Videogame Post. E il primo è stato HyperParasite. Frenetico a tal punto da scambiarlo per un metroidvania, quando la softco mi ha assicurato che è un rouge-lite.

HyperParasite

Per concludere il Videogame Post si apre a Patreon. Per chi non lo sapesse, Patreon è una piattaforma che permette a chiunque di poter creare una community che lo supporti. I contenuti “esclusivi” del blog che saranno a disposizione dei sostenitori, o Patron, saranno una parte delle guide e fanfiction, oltre che tutte le recensioni.

Questo passo è stato fatto per raccogliere mensilmente dei fondi per sostenere e sviluppare il Videogame Post. La quota per essere un Patron è di 1 euro al mese, o 2 dollari, e vi permetterà inoltre di vedere i contenuti “esclusivi” una settimana prima degli altri.

È tutto.

Il blogger,

Matteo “Matteum Primo” Sechi