Rockstar Games ha recentemente sfornato un nuovo video del gameplay di Red Dead Redemption 2. Non penso abbia bisogno di presentazioni, in quanto il primo capitolo rimane tutt’ora una pietra miliare per vendite e apprezzamento sia su PS3, che Xbox 360.

La frontiera del West torna quindi a ripresentarsi con vecchie e nuove conoscenze che faranno del loro peggio per sfidare il progresso del 1899. Se nei primi sei minuti di gameplay avevamo visto a grandi linee un livello di interazione senza precedenti all’interno di un “vasto e credibile mondo aperto”, in altre parole una versione 2.0 del Red Dead Redemption del 2010, nel più recente gameplay il registro varia, ma di poco.

Per la precisione nel primo video di Red Dead Redemption 2 è interessante notare il miglioramento dell’interazione di gioco con tasto del pad dedicato, nei dialoghi – anche a cavallo -, scazzottate, sparatorie e minigame. La parte inedita riguarda invece la meccanica dell’accampamento e la maggiore attenzione che bisognerà dare alla propria cavalcatura, dotata di sacche e bisacce dove posizionare “fisicamente” gli oggetti.

Nel “video di gameplay ufficiale, parte 2” si parla quindi delle attività illecite che si potranno svolgere in gioco. D’altra parte Red Dead Redemption 2 narra la storia di una banda di fuorilegge del Far West, e come tale non mancheranno le rapine insieme a tutta la banda, e anche piccole ruberie in cui Arthur – il protagonista – potrà agire da solo o accompagnato da un altro compare.

Vagare in solitaria in un mondo ancora in parte selvaggio porterà il giocatore a incontrare altre bande rivali, con le relative conseguenze, oltre che la giustizia con tanto di taglie. I pericoli potrebbero esserci a ogni angolo e il sistema Deadeye giù visto nel primo RDR torna per dare manforte a Arthur.

In Red Dead Redemption 2 vedremmo inoltre la possibilità di scegliere che tipo di reputazione avere – come nel primo -, la quale influenzerà i personaggi di gioco che si ricorderanno delle azioni di Arthur.

C’è da aggiungere che Rockstar Games ha portato un po’ del mondo di The Witcher nel proprio West, permettendo al protagonista di sporcarsi e radersi come Geralt. Ma le attività secondarie variano da minigame come il gioco d’azzardo, a duelli e cacce alle taglie, benché i punti cardine siano sempre l’esplorazione, la scoperta di luoghi segreti e l’incontro “casuale” di strani personaggi.

In RDR 2 si potrà fare tutto ciò, anche in prima persona. La ciliegina sulla torta di Rockstar arriva per premiare tutti coloro che vogliono vivere l’avventura di gioco con un coinvolgimento senza precedenti.

Prima di concludere vi consiglio di guardare inoltre la video analisi di DigitalFoundry, che mette in risalto il nuovo motore di gioco direttamente evoluto da GTA V.

Red Dead Redemption 2 è in arrivo il 26 ottobre. Io sono pronto e voi?