Dopo tanto aspettare Gwent: The Witcher Card Game sta per lasciare la versione beta e espandersi con una campagna di gioco single player. Thronebreaker: The Witcher Tales si presenterà quindi come una componente staccata dalla ormai nota modalità multiplayer, trasportando i giocatori nei panni della regina di Rivia e Lyria, Meve.

Durante il recente livestream si è potuta vedere poco più di un’ora di gioco, sebbene sia bastata per mostrare missioni principali e secondarie, diverse scelte di dialogo e battaglie combattute a suon di sfide tra deck, talvolta con regole e sfide particolari abbastanza simili a quelle viste negli eventi di Gwent: The Witcher Card Game.

Quello che spicca è il fatto che CD Projekt RED sia all’apparenza – visto che non è stato ancora possibile provarlo – riuscita a coniugare tutto ciò con un mondo open world. Questo ispiratosi a pilastri del medesimo genere come Might and Magic, e a cui Thronebrake aggiunge del proprio sebbene la somiglianza non passi inosservata.

“Se in The Witcher contava solo l’opinione di Geralt e il codice di cacciatore di mostri, in Thronebreaker ogni vostro cenno e ordine sarà eseguito, soppesato da sudditi e generali e avrà delle ripercussioni anche politiche”. Qui entra in gioco la feature del morale del proprio esercito che ne influenzerà la potenza in battaglia, e del rapporto con i propri compagni di viaggio che

La raccolta di risorse, l’addestramento di nuove unità – sotto forma di carte -, il potenziamento di quelle esistenti, la possibilità di espandere il proprio campo militare molto simile a quello di The Banner Saga e la nuova grafica delle battaglie sono alcuni degli aspetti di gioco.

Tanto per snocciolare qualche numero, in Thronebreaker: The Witcher Tales sono previste 30 ore di gioco, incorniciate da 5 vaste mappe, 200 carte uniche, 20 finali di gioco, il doppiaggio in 12 lingue diverse – tra cui dovrebbe esserci l’italiano – e dozzine di incontri e missioni secondari.

Gli sviluppatori hanno inoltre dichiarato che non mancheranno le scelte morali mai chiaramente giuste o sbagliate, con le proprie conseguenze a lungo termine che avevano caratterizzato tutta la serie The Witcher.

Thronebreaker è attualmente preordinabile sul sito ufficiale e atteso il prossimo 23 ottobre su PC e il 4 dicembre su console a circa 25 euro, insieme all’aggiornamento gratuito della modalità multiplayer Homecoming.

Io sono già stato rapito dal gioco, e voi?