La Gamescom 2018 – Recap 21 agosto

News

Sebbene l’E3 di Los Angeles sia riconosciuto come il più importante evento dell’anno nel panorama videoludico, la Gamescom di Colonia non è a mio parere da meno.

Non tanto per la quantità di pubblico raccolto e budget investito, quanto per l’importanza che rappresenta per tutti quegli studio che non vogliono (o non possono) andare oltre Oceano e lo vedono come un punto di riferimento dagli ormai suoi 10 anni di attività. Una delle softco icone che seguono questo filone di pensiero è TaleWorld Entertainment, con il proprio Mount and Blade II: Bannerlord che si fa attendere da tempo dai fan.

Quest’ultimo sarà ovviamente presente alla fiera tedesca con una nuova demo, anticipata nella mattina di ieri da un trailer, tra modalità campagna e battaglie, insieme a un’altra miriade di videogame e case di sviluppo di tutto il mondo.

La cerimonia di apertura della Gamescom aveva tuttavia presentato solo una manciata di inediti videogame. Come l’horror Man of Maden, dalle sfumature decisamente da scary movie e che mi ha ricordato il primo Uncharted per rappresentazione di ambienti e personaggi, oltre che The Settlers e Desperados 3, entrambi RTS sebbene ambientati in differenti universi. La rivelazione della data di uscita del primo episodio di Life Is Strange 2 ha coronato lo show – fissata il 27 settembre 2018 – conclusosi con la breve comparsa di titoli più o meno noti del marchio Koch Media: dal nuovo Pathfinder: Kingmaker a Kingdom Come: Deliverance, fino a Saints Row The Third.

Tornando agli immancabili trailer, nella giornata di ieri 21 agosto ne sono stati mostrati a dozzine. Ma quelli – a mio parere – più importanti vedono innanzitutto Life Is Strange 2 e Twin Mirror di DONTNOD Entertainment, Metro Exodus, il GdR action Underworld Ascendent, l’uomo ragno di Marvel’s Spyder Man, la trilogia completa di Dark Souls in arrivo in un unico cofanetto e Fallout 76 con il tutorial dedicato alla creazione delle basi presentato all’interno dell’Inside Xbox. E ancora Mutant Year Zero: Road to Even, Tom Clancy’s The Division 2, il soft dark The Sinking City, il rilassante gestionale Anno 1800, World War Z che sembra promettere una marcia in più rispetto al rivale State of Decay 2, l’arrivo di Stellaris su console e la prima espansione di Battletech: Flashpoint.

Di alcuni di questi ultimi sono già disponibili i preordini. Con un quindici per cento di sconto per la versione PC di Mutant Year Zero: Road to Even, che il sottoscritto non si è lasciato scappare. Cosa che non si può dire per il preorder di Tom Clancy’s The Division 2 che darà invece accesso a una beta privata e qualche vanity item, o quello di Sekiro: Shadows Die Twice già presente nei più celebri store online con tanto di Collector’s Edition, ma che arriverà nelle mani dei fan solo il 22 marzo 2019.

Si passa a qualcosa di più corposo. Il gameplay nudo e crudo del giorno d’apertura della Gamescom è stato caratterizzato da Assassin’s Creed Odyssey, che a mio parere tenta di ricalcare malamente la formula The Witcher 3 con IA non troppo precise e una onnipresente facilità di gioco, World of Starlink: Battle for Atlas a metà tra No Man’s Sky e un classico space sim, Life Is Strange 2 con la classica formula della serie e nuovi soprannaturali retroscena, The Sinking City con una missione di investigazione, il colorato action Biomutant e Sekiro: Shadows Die Twice di From Software che espande il classico gameplay con schivate, parete, verticalità e furtività.

Tanta carne sul fuoco, nonostante sia passata solamente la prima delle cinque giornate della Gamescom. E quest’oggi sembra che ci sarà ugualmente tanto gameplay e novità dal mondo videoludico, anche con un Cyberpunk 2077 che ieri aveva strizzato l’occhio ai fan con inedite immagini che sembrano provenire dalla demo dell’E3 e la promessa di mostrarne una nuova proprio oggi alla fiera di Colonia.

Restate con noi per leggere i riassunti sulle giornate della Gamescom 2018 e news in tempo reale tramite il nostro canale Twitter.

Prosegui la lettura con il recap 22/08.

Tagged
Matteum Primo
Videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.
http://ilvideogamepost.net/

Rispondi