My Time at Portia: il nuovo sistema degli “storage box” e altre novità dall’update 7.0

News

Un nuovo aggiornamento ha portato My Time at Portia alla versione 7.0 dell’early access di Steam e non è arrivato da solo, ma con ben 1.5 Gb di contenuti e missioni.

Se nello scorso update era infatti stato aggiunta la modalità fotografica insieme ad altre feature, questa più recente versione non è da meno. Con il team Pathea Games che ha pubblicato nuove quest provenienti dai neo assunti scrittore freelancer, nonché un’intera serie di missioni dedicate “al più ricco personaggio di Portia, il quale vorrà investire sulla cittadina”.

A integrare tutto ciò si aggiunge la possibile evoluzione al livello 4 del workshop e al livello 3 del tavolo da lavoro. Oltre che la possibilità di verniciare la mobilia, appendere le proprie foto a mo’ di quadri, ricevere con frequenza giornaliera i minerali dalla miniera di Ingall e soprattutto vedere i risultati di diversi bug fix tra cui quelli derivati dal cambio di lingua in gioco.

Ma il pezzo da novanta di questo update di My Time at Portia riguarda la nuova concezione di “storage box” legata la gameplay.

Ora non sarà più necessario avere le risorse all’interno dell’inventario del proprio personaggio per creare un’oggetto, ma il gioco riconoscerà tutte quelle immagazzinate lasciandovi visualizzare la possibilità di creare ad esempio un migliaio di sedie in legno. Inoltre fanno la loro comparsa gli “helper’s storage box” che aiuteranno ancora di più il giocatore nella gestione e veloce immagazzinamento delle risorse con 60 slot di stoccaggio dei materiali.

Infine gli sviluppatori hanno dichiarato che delle migliorie sul minigame della pesca sono attualmente in fase di studio, e ogni feedback dei fan è apprezzato nonché richiesto.

Tagged
Matteum Primo
Videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.
http://ilvideogamepost.net/

Rispondi