Avevamo già in precedenza parlato di Black Geyser: Couriers of Darkness, il quale nella propria campagna di raccolta fondi voleva proporre una storia all’insegna del diffondersi di una strana oscura piaga e il particolare fatto che sarebbe stato possibile contrastarla o agevolarne la propria diffusione nel più classico stile dei cRPG, come Baldur’s Gate e Icewind Dale.

E all’odierna conclusione del mese previsto per la campagna kickstarter, il team GrapeOcean Technologies è lieto di annunciare che quasi tutti gli stretch goal sono stati raggiunti con la cifra di 108 mila euro, pari al 217 per cento dei fondi richiesti per finanziare questo GdR, e dati da quasi 4 mila backer tra cui è presente anche il Videogame Post.

Alla fine le feature proposte, la intrigante trama e la promessa della localizzazione italiana hanno prevalso sui leciti dubbi e mi hanno convinto a backerare Black Geyser: Couriers of Darkness; nel caso vogliate farlo anche voi è attualmente disponibile l’acquisto di un pledge via PayPal nel sito ufficiale.

Non rimane quindi che attendere la backer beta, che sarà disponibile per alcuni sostenitori a partire dal primo quadrimestre del 2019, e l’uscita ufficiale fissata per l’estate dell’anno prossimo. Il Videogame Post ne seguirà comunque gli aggiornamenti nel corso dello sviluppo.

Che dite? Meritava di essere finanziato o no?