Del mastodontico trasporto truppe, merci e mezzi, Hercules Starlifter di casa Crusader Industries, si è parlato molto. Nei vari appuntamenti settimanali di Star Citizen è stato infatti mostrato per la prima volta durante l’Around the Verse e se ne è discusso brevemente nel successivo Reverse the Verse.

Ma per carpire ogni dettagli delle sue potenzialità nel panorama dello space sim targato Cloud Imperium Games, non rimane che leggere l’apposito Q&A (domande e risposte) redatto dagli stessi sviluppatori, seguendo non solo le curiosità espresse dalla community, e tradotto per voi dal sottoscritto.

  • Domanda: Come può un avamposto difendersi contro un bombardamento del Hercules A2?
  • Risposta: I giocatori potranno proteggersi dagli attacchi aerei posizionando delle difese anti aeree. Per quanto lontano si possa spingere la distruzione di un avamposto, questo è un qualcosa che stiamo ancora valutando nei dettagli, insieme alla ramificazione delle conseguenze che potrebbe suscitare nel sistema di leggi;
  • D: Che cosa rappresentano le corazzature medie e pesanti quando riguardano una nave?
  • R: Leggera, media e pesante indicano il generale grado di protezione addizionale che la corazzatura dà alla nave. Ogni tipo di armatura offre differenti resistenze, ma oltre a ciò impatta inoltre sul peso della nave stessa;
  • D: Saranno presenti dei letti, un bagno e una cucina?
  • R: All’interno di tutte le varianti della Starlifter sono presenti tre letti per l’equipaggio principale, così come una piccola cucina e un bagno/doccia: lo Hercules non è fatto per confortevoli lunghi viaggi nello spazio, quindi non ha bisogno di nulla di lussuoso;
  • D: Oltre alle grandi rampe, lo Hercules avrà altre entrate? Oppure bisognerà ogni volta avviare la decompressione dell’intera area cargo per uscire dalla nave?
  • R: I giocatori potranno accedere all’interno della nave sia utilizzando le rampe, sia attraverso un piccolo ascensore posizionato nella metà dell’area cargo. Da lì potranno accedere al livello del terreno, all’area cargo e al cockpit;

  • D: Potremmo aspettarci di vedere, in altre navi differenti dal Hercules come la Retaliator, rastrelliere e baie di carico completamente adibite alle bombe?  Oppure ci saranno dei limiti legati alla versione A2 e ad altri specifici veicoli e navi d’assalto?
  • R: Al momento abbiamo pianificato di dotare di bombe solo lo Hercules A2 e futuri mezzi d’assalto terrestri. Tuttavia stiamo cercando di ugualmente di creare un comparto per le bombe all’interno di navi già annunciate o pronte per il volo, come la Retaliator, sebbene queste non potranno utilizzare le impressionanti bombe S10 dello Hercules;
  • D: Dal lato cargo e trasporto, che vantaggi può avere la versione C2 Hercules della più economica Starfarer?
  • R: Gli esterni alloggiamenti cargo/carburante della Starfarer sono più vulnerabili ed esposti di quelli presenti nello Hercules. Inoltre la Starfarer non è stata creata per trasportare veicoli, il che è un punto a favore per lo Starlifter;
  • D: Come possono essere comparate le S10 MOBA rispetto ai torpedo della stessa stazza?
  • R: In termini di dimensioni le bombe sono più larghe dei torpedo. Le prime sono inoltre non guidate, offrono un ampio raggio di distruzione e alti livelli di danni. Come i missili e i torpedo, le bombe potrebbero avere in futuro differenti peculiarità, nell’apporto dei danni in base a come le si impiega in una determinata situazione;
  • D: C’è qualche differenza tra le varie varianti dello Hercules a riguardo dell’area dedicata all’equipaggio? La C2 è molto più vivibile delle M2 e A2?
  • R: In termini di funzionalità, gli interni quartieri dell’equipaggio sono gli stessi in tutte le varianti dello Hercules Starlifter, che ne utilizza il modello M2 come quello base. Tuttavia, come altre navi che possiedono varianti militari, potrebbero cambiare i materiali utilizzati;
  • D: Potrete dirci qualcosa a riguardo delle “sei posizioni dedicate alle contromisure” sullo Hercules?
  • R: Come qualsiasi altra nave, la Starlifter possiede diverse posizioni di lancio per le contromisure posizionate in punti strategici attorno al proprio scafo. In base alla propria stazza e design la Starlifter possiede sei posizioni di lancio, rispetto alle quattro della Starfarer; due di questo sono vicino alla baia di carico, altre due vicino ai sistemi di atterraggio e i restanti due sulle ali;
  • D: Nel caso lanciassimo nello spazio una bomba con un proprio meccanismo che genera gravità, potremmo andare a creare un campo minato?
  • R: Dipenderà da come realizzeremo il sistema di detonazione delle bombe. Attualmente stiamo pensando a qualcosa che esploderà all’impatto, ma dovremmo lavorare anche su qualcosa che si attivi a prossimità e con un timer;

  • D: Qual è la più piccola zona di atterraggio in cui lo Hercules può atterrare? E potrà atterrare nei così detti pad di medie, piccole dimensioni nei rest stops e stazioni spaziali che arriveranno in seguito su Star Citizen?
  • R: Lo Hercules Starlifter, così come le altre navi di uguale stazza, potrà atterrare solo nelle zone di atterraggio di grandi dimensioni;
  • D: Come può essere comparata l’armatura media della versione C2 con quella ‘aggiornata’ della Starfarer Gemini?
  • R: La versione aggiornata della corazzatura della Starfarer Gemini è un modello pesante, simile a quello della Starlifter M2. Quella della versione C2 è invece un armatura media simile a quella della versione base della Starfarer;
  • D: La C2 come potrebbe sopravvivere a uno scontro se nel proprio equipaggiamento vi sono 2 cooler M e 2 generatori di scudi L? Soprattutto rispetto a controparti come Starfarer, Genesis, Caterpiller, Carrark, tutte con 2 cooler L e 1 generatore di scudi L?
  • R: Consigliamo a ciascun giocatore di viaggiare con una scorta affiancata al proprio C2; questa configurazione dovrebbe comunque resistere abbastanza a lungo da disimpegnarsi o chiamare aiuto. Le altre navi sopra menzionate hanno un differente equipaggiamento perché utilizzano la propria energia per scopi diversi dalla Starlifter: supporto vitale, computer e altri moduli;
  • D: Qual è il ruolo specifico dei tre membri dell’equipaggio della versione M2?
  • R: I loro ruoli sono simili a quelli di altre navi con la stessa configurazione: 1 pilota, 1 co pilota che avrà accesso ad alcune alla torrette remote, e un torrettista dedicato completamente a queste ultime;
  • D: Lo spazio di stoccaggio delle bombe nell’area cargo della A2 potrà essere utilizzato per caricare merci se sarà libero da ingombri e armamenti?
  • R: L’A2 possiede metà della capacità di carico della M2. Anche nel caso in cui le bombe non siano presenti nel proprio alloggiamento, non sarà ugualmente possibile posizionarci nient’altro. In quanto il sistema di sgancio è ancora lì. Tuttavia c’è la possibilità di trasportare 234 SCU nella parte frontale della nave adibita proprio a quello scopo o a trasportare un carro armato Tumbril Nova.

Un’astronave versatile e dalle corpose capacità di carico, che tuttavia sembra più propensa verso l’uso militare con la possibilità di trasportare due carri armati e duecento uomini, la presenza della caratteristica corazzatura pesante e di diverse torrette remote o non.

Avete in mente di potenziare la vostra flotta militare con un Hercules Starfilter?