Battlefield V amplia la propria formula sandbox con la ricostruzione degli ambienti e non molto altro…

News

Non di certo famoso per la propria fedele ricostruzione storica, né tanto meno per la varietà del gameplay rispetto alla concorrenza. ma piuttosto per la eccezionale simulazione della fisica di gioco con tanto di elementi distruttibili su schermo, l’appena svelato Battlefield V aggiunge un tocco in più alla formula non solo rinnovando la grafica.

In questo nuovo capitolo dello shooter di DICE, e secondo il comunicato stampa trapelato, i giocatori potranno vivere infatti un nuovo tipo di multiplayer.

“Battlefield V offrirà il più coinvolgente gameplay del franchise, in un ambiente sandbox che renderà protagoniste le battaglie della Seconda Guerra Mondiale consentendo ai giocatori di sentire la forza del combattimento e di cambiare il corso della guerra. I personaggi possono spostare artiglieria, costruire fortificazioni e riparare strutture danneggiate, modificando il campo di battaglia a proprio vantaggio […]”.

Quello che mi ha sempre attirato nei Battlefield è stata la possibilità di realizzare ripari o farli saltarli in aria, creando, anche nelle medesima mappa giocata più volte, situazioni del gameplay diverse e alle volte inedite; come scrissi nell’anteprima di Battlefield 1.

L’ambientazione della Seconda Guerra Mondiale non può definirsi di certo originale, ma l’ampliata componente sandbox potrebbe distinguere ancora di più il franchise dalla massa. Sebbene nutra tiepide speranze in un gameplay che possa definirsi realmente unico e rivoluzionario per la serie.

Cosa ne pensate di Battlefield V?

Intanto che riflettete guardate il trailer di presentazione.

Tagged
Matteum Primo
Videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.
http://ilvideogamepost.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *