Iron Harvest: il grande successo della campagna kickstarter, tra stretch goal e quello che verrà

Kickstarter

Più per dovere di cronaca che alla ricerca dello scoop da “ultima ora”, vi informo che lo strategico Iron Harvest ha superato con un grande successo la fase di raccolta fondi su kickstarter a cui aveva preso parte anche il Videogame Post.

La particolare visione della Prima Guerra Mondiale di King Art Games è quindi pronta per tuffarsi nel completo sviluppo della promessa versione alpha, disponibile da questo agosto per alcuni backer, e oltre, tant’è vero che gli sviluppatori non si fanno sentire sui social da fine aprile quindi dovrebbero essere completamente assorbiti dalla creazione di contenuti.
Contenuti che nelle successive build di Iron Harvest comprenderanno anche gli stretch goal raggiunti durante la campagna su kickstarter, ovvero tutti quelli presentati dagli sviluppatori.

La campagna crowdfunding ha infatti raggiunto la cifra di 1 e mezzo milione di dollari circa, sbloccando aspetti di gioco aggiuntivi come il multigiocatore, la campagna cooperativa, la modalità New Game +, cutscene cinematografiche, diverse modalità di gioco e contenuti aggiuntivi gratuiti collegati alla modalità campagna e alla storia principale.

I caratteristici mech retrò di Iron Harvest potranno quindi solcare i campi di battaglia videoludici in italiano. Anche se bisognerà aspettare un bel po’ per l’uscita ufficiale prevista a fine 2019 su PC e ancora più in là su console; e nel caso non abbiate fatto in tempo a finanziarlo su kickstarter potrete ancora farlo tramite il sito ufficiale.

Penso che parleremo nuovamente di Iron Harvest durante la propria closed beta, anche se spero che trapelino al più presto nuovi dettagli su questo promettente RTS ambientato in una Prima Guerra Mondiale un po’ retrò fantasy e steampunk.

Voi che aspettative avete su Iron Harvest?

Tagged
Matteum Primo
Videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.
http://ilvideogamepost.net/

Rispondi