Iron Harvest raggiunge tutti gli stretch goal legati alla modalità single player su kickstarter

Kickstarter

La campagna kickstarter è iniziata una decina di giorni fa, con il Videogame Post che ha quasi subito fatto la propria parte backerando il progetto, e tutti gli stretch goal (o traguardi) dedicati alla modalità single player di Iron Harvest sono già stati raggiunti e virtualmente finanziati.

Il team di KING Art Games nonostante sia occupato nella raccolta fondi, procede nei propri incarichi i quali spaziano dalla creazione, pulizia e bilanciamento dei contenuti per la prevista Alpha 1 dell’estate 2018, tra il miglioramento dell’IA di gioco al design delle unità per coglierne subito caratteristiche e peculiarità.

Passando per gli effetti sonori, la creazione di nuovi ambienti di gioco e l’aggiunta di script sulle mappe, fino alle animazioni di gioco e legate alle distruttibilità dei mech, la ricerca di nuove meccaniche e feature, la creazione di nuovi concept art illustrativi, arrivando al costante contatto con la stampa da parte del game director Jan.
zjLkYfunding_goals
Non si può dire di certo che stiano con le mani in mano, e con 20 giorni e poco più rimasti dalla fine della campagna di raccolta fondi chi può dire dove potrebbe arrivare Iron Harvest.
Il prossimo stretch goal da raggiungere è la modalità multiplayer anche se a mio parere il più importante è quello legato ai DLC gratuiti della campagna di gioco: 600 mila dollari possono essere una ripida montagna da scalare o una passeggiata, si vedrà.

Voi che dite: Iron Harvest riuscirà a raggiungere tutti gli obbiettivi della campagna kickstarter?

 

Rendi questo blog migliore, scopri come e perché nella raccolta fondi.

Tagged
Matteum Primo
Videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.
http://ilvideogamepost.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *