[Originale] Uno dei nuovi aspetti di gioco più importanti introdotti con la recente pubblicazione dell’alpha 3.0 di Star Citizen riguarda proprio il commercio: la possibilità di acquistare e vendere risorse nella stazioni spaziali e avamposti, con i giocatori in primo piano che fanno da tramite e motore di questa prima versione dell’economia di gioco, grazie alla compravendita e al trasporto di merci con la propria nave. Ecco di seguito come muovere i primi passi all’interno di questa feature.

Prima di tutto, a cosa serve commerciare in questa fase dello sviluppo di Star Citizen? Oltre a fornire agli studio di Cloud Imperium Games preziosi dati da analizzare per il bilanciamento di gioco, il commercio è anche il modo più veloce per guadagnare i così detti “aUEC”, la valuta di gioco che vi permetterà di acquistare in game equipaggiamenti e armi, nonché una delle migliori scuse per esplorare gli avamposti e dintorni dei piccoli planetoidi.
Inoltre nel prossimo futuro CIG ha dichiarato che cancellerà i dati legati all’universo di gioco di ogni backer all’uscita di eventuali patch, in modo da poter testare al meglio i vari aspetti dell’alpha di Star Citizen e prevenire bug dalla sovrascrittura di dati e affini. Per questo è buona norma avere un punto di riferimento e un itinerario base da seguire una volta effettuato il reset.

Vi è da aggiungere che nonostante lo versione primitiva di questo sistema, esiste già una oscillazione dei prezzi non indifferente basata su un’iniziale domanda e offerta.

ScreenShot0082

Per tutto ciò ho deciso di redare una breve guida che aiuterà neofiti e non ad avvicinarsi a questa feature di Star Citizen, fornendogli anche un itinerario per guadagnare aUEC senza il bisogno di fare costantemente avanti e indietro dal medesimo avamposto o stazione spaziale; ovviamente tutti i dati si riferiscono alla versione alpha 3.0.1 (760028).

Innanzitutto per poter intraprendere la carriera del commerciante vi occorrerà una nave con capacità di trasporto, cioè con i così detti “SCU”. Uno SCU è l’unità di misura che si utilizza nei carici merci di Star Citizen ed è pari a 100 pezzi di una singola merce.

Innanzitutto per poter intraprendere la carriera del commerciante vi occorrerà una nave con capacità di trasporto.

Le navi più comuni che possiedono modeste capacità di carico sono le “starter” C.O. Mustang Alpha e RSI Aurora MR, le quali sono acquistabili direttamente con il pacchetto di gioco base (o package) che comprende l’universo persistente di Star Citizen e quindi queste ultime risultano subito accessibili al neofita; la prima possiede 6 SCU e la seconda di casa Robert Space Industries invece 3, ma questi valori sono validi solo all’interno dell’attuale build di gioco e in vista del restyling della serie Mustang, nonché della definitiva caratterizzazione della capacità di carico dell’Aurora.

Una volta entrati per la prima volta nel PU, o persistent universe, di Star Citizen vi troverete all’interno della stazione orbitante di Port Olisar con almeno una nave nel vostro hangar e 5’000 aUEC a disposizione; non spendeteli subito in armi o equipaggiamenti, in quanto saranno lo zoccolo di partenza per intraprendere i commerci interplanetari.

Iniziate interagendo con il pannello del richiamo delle navi presente nella hall centrale del porto spaziale, richiamando di conseguenza la vostra nave che sarà depositata in automatico in una zona di atterraggio (o landing pad).
Una volta fatto ciò avvicinatevi al banco delle consegne per notare due monitor touch screen che vi daranno accesso al pannello del commercio. All’interno di questo potrete vedere le merci che possono essere acquistate (buy) e vendute (sell); ora come ora avrete la nave libera per acquistare merci, ma Port Olisar non è di certo il luogo migliore per farlo, in quanto è una stazione spaziale che necessita di tante risorse e quindi conviene piuttosto venderne alcune provenienti dagli avamposti, ma ne parlerò meglio dopo.

Ora salite nella vostra nave e dirigetevi verso la stazione CryAstro 042 attraverso l’utilizzo della star map presente nel vostro mobiGlas (tasto di default F1), per puntare poi alla luna Cellin.

Una volta conclusosi il Quantum Travel vi troverete davanti al planetoide con diversi avamposti indicati da icone con le relative distanze in chilometri dalla vostra attuale posizione; puntate all’avamposto “Terra Miles Hydrofarm”

Una volta conclusosi il Quantum Travel vi troverete davanti al planetoide con diversi avamposti indicati da icone con le relative distanze in chilometri dalla vostra attuale posizione; puntate all’avamposto “Terra Miles Hydrofarm”. E dopo l’atterraggio dovrete dirigervi alla struttura con la dicitura “storage”, che potrete trovare scritto in alto alla porta dell’airlock, accedendo subito dopo al pannello interattivo del commercio e quindi selezionando la scritta “buy”, acquisto.

ScreenShot0065 (2)

Tale procedura vale per qualsiasi stazione spaziale e avamposto, quindi non penso ci sia il bisogno di ripetere tutto ciò descrivendo ogni singola procedure di atterraggio o decollo, andando piuttosto a schematizzare il tutto.
Prestate inoltre particolare attenzione al prezzo di acquisto e di vendita delle vostre merci in quanto questo potrebbe oscillare e rendere sfavorevole gli affari, per questo seguite abbastanza alla lettera i numeri indicati poco sotto, sforando di non più di 2 – 3 aUEC al pezzo per le merci meno care e di un massimo 5 aUEC al pezzo per quelle più costose:

Cellin (tratta breve)

  • Terra Myles Hydrofarm, acquisto 1 scu cadauno: Distilled Spritits (5 aUEC al pezzo), Spirits (2 aUEC pz) e Processed Food (5 aUEC pz);
  • -> Dirigetevi a Hickens Research Outpost (315 km), vendita 1 scu cadauno: Processed Food – / – acquisto 1/2 scu di Medical Supplies (40 aUEC pz);
  • -> Dirigetevi poi a Tram & Mayers Mining (senza Landing Zone, 65 km), vendita 1 scu cadauno: Distilled Spirits, Stims e 1/2 scu di Medical Supplies – / – acquisto 4 scu di Astantine (7 aUEC pz) e 1 scu cadauno: Beryl (5 aUEC pz), Titanium (1 aUEC pz);
  • -> Rientro a Port Olisar e vendita di tutti i materiali immagazzinati.

Per la tratta lunga seguite i medesimi passaggi sopraelencati, ma invece di comprare 4 scu di Astantine riempite direttamente tutta la vostra stiva e proseguite verso la luna Yela e il Deakins Research Outpost.

Yela (proseguimento tratta, percorso lungo)

  • Deakins Research Outpost, vendita 6 scu di Astantine – / – acquisto 2 scu di Medical Supplies (40 aUEC pz);
  • -> Dirigetevi quindi al Benson Mining Outpost (senza LZ, 330 km), vendita 2 scu di Medical Supplies – / – acquisto 2 scu di Astantine (7 aUEC pz) e 1 scu di Tungsten (4 aUEC pz);

Deymar (proseguimento tratta)

  • -> Dirigetevi al Bountiful Harvast Hydroponics (senza LZ), acquisto 1 scu cadauno: Distilled Spirits (5 aUEC pz), Spirits (2 aUEC pz) e Processed Food (5 aUEC pz);

Con la stiva della vostra nave così completamente carica avrete ora due opzioni da sfruttare nel medesimo planetoide:

  1. Rischiare di andare al ricco ma fuori mano avamposto di Kudre Ore a 151 chilometri di distanza, con l’obbiettivo di vendere le merci comprate nella recente visita al Bountiful Harvast e acquistare ben 3 SCU della preziosa Laranite da vendere a Port Olisar o Levsky (presso  Delamar);
  2. Proseguire per il più sicuro Arc Corp Mining 141, protetto dall’interdizione dell’uso delle armi, vendendo ugualmente i distillati presi al Bountiful Harvast, acquistando piuttosto la sempre preziosa ma non così tanto remunerativa fornitura di Diamond a 14 – 18 aUEC al pezzo e rivendere il tutto a Port Olisar.

Avrei potuto indirizzarvi direttamente nel planetoide Deymar e riprendere il ciclico hydrofarm, research e mining, ma così facendo avreste dovuto trasportare per un bel po’ di tempo nella vostra stiva preziose e costose risorse come la Laranite e i Diamond, con il rischio di crash o freeze di gioco che vi avrebbero privato di una corposa fetta di merce e aUEC; un esempio? Uno SCU di Laranite vale più o meno 3’350 aUEC ovvero più della metà del vostro patrimonio iniziale.

ScreenShot0091

In conclusione vi consiglio prima di tutto di controllare lo stato attuale del server in cui state giocando. Nel caso presentasse un eccesivo e continuo lag, anche dopo che il vostro personaggio si sarà svegliato da un po’ nella stazione spaziale, vi sia la presenza di pirati vicino alle zone di atterraggio di tale stazione, o numerosi giocatori collegati al server, ponderate bene se non sia il caso di cambiare istanza piuttosto che rischiare di perdere merci, nave e aUEC.

Spero che questa guida del Videogame Post vi sia stata utile e se volete suggerire una tratta migliore non esitate a scriverlo nei commenti.

Il blogger,

Matteo “Matteum Primo” Sechi

 
[Aggiornata] Si avvisano i lettori che con l’arrivo dell’alpha 3.1 di Star Citizen, i consigli attualmente presenti nella guida non sono più validi, in quanto l’intero comparto ha subìto un bilanciamento di gioco.
Un nuova guida compatibile con l’alpha 3.1 è in fase di realizzazione; grazie per la vostra pazienza.