Una delle mie curiosità legate a Gwent: The Witcher Card Game riguardano il fatto di come il team assegnato da CD Projekt RED abbia realizzato le carte premium e il recente appuntamento col la rubrica “a round of Gwent” ha chiarito il mistero e non solo: l’appuntamento è stato raddoppiato con alcuni leak e il dev stream.
I dev hanno svelato che durante il processo di creazione delle ricercate carte animate, per renderle il più possibile credibili e realistiche alcuni degli stessi sviluppatori si filmavano simulando l’azione che sarebbe stata introdotta nella carta premium di gioco; “uno degli aspetti più esilaranti è che alcune riprese sono state fatte all’esterno degli studio e quindi potete immaginare le persone che ci guardavano simulando per esempio el movenze di Uma”.
Propria a riguardo di questo iconico personaggio CD Projekt RED ha svelato che arriverà a breve sotto forma di carta del Gwent, insieme a una nuova variante con l’incantesimo Yrden per Geralt, e per Ciri invece sarà la volta di rappresentare l’attraversamento di due dimensioni con il potere ancestrale.
Oltre all’angolo dedicato al lore delle carte e alle creazioni della community, sono state anche presentate tutte le nuove carte che saranno introdotte a breve, tra cui Insegrim Outlaw, Hym, Letho Kingslayer e Seltkirk, solo per fare degli esempi.
Infine e come avrete potuto vedere nell’immagine di copertina, il sito ufficiale dedicato a Gwent: The Witcher Card Game si è rinnovato con la sezione “carte svelate”; in più in questi giorni si parlerà della nuova sfida nota come “faction challenge”.