Nell’attesa della pubblicazione ufficiale dell’alpha 3.0 di Star Citizen, di cui si vocifera la presenza di 60 giocatori in una singola istanza, oltre che dell’imminente arrivo dei saldi nell’Anniversary Special di Cloud Imperium Games, c’è chi passa il tempo su altri space sim, chi studia o lavora (o tutti e due) e altri si dilettano creando dei fan art, come il grafico di StarCitizen.it,  “Naima” (o anche conosciuto come Naiima, Prometheus).
Ci si potrebbe aspettare dal grafico di StarCitizen.it nuovi disegni su stemmi, navi o pianeti dell’universo di Star Citizen, ma in un certo senso Naima ha superato se stesso realizzando la prima linea di cibi alieni nota come “Xeno Food”, con un pizzico di sfottò alle razze di gioco quali Xi’An, Banu, Vanduul e Tevarin.
“A partire dall’anno 2647 l’impero ha posto fuori legge alcune compagnie di distribuzione di cibi che utilizzavano alcune caricature di razze aliene all’interno dei propri loghi. Questi ultimi hanno causato un grande imbarazzo diplomatico […] sebbene più di recente un movimento culturale di artisti e hipster abbia rimesso in auge tali loghi, soprattutto per fini storici e di preservazione culturale”, così recita il manifesto dell’artista nella “Terra Gazette del 2947”.
L’ispirazione deriva non solo dai recenti avvenimenti nel ‘Verse, come l’attacco Vanduul nel sistema Vega, da cui è nato il Vanduul Extract Energy drink, “che mette le ali per scappare più veloce dalla minaccia aliena” ma anche dalla fisiologia delle altre razze, come ad esempio la somiglianza dei Tevarin agli uccelli o gli Xi’An alle tartarughe, per non parlare dei Banu rassomigliati da Naima al personaggio Groot del lungometraggio i “Guardiani della Galassia”.
Non rimane che ammirare alcune di queste particolari creazioni e se ne avrete apprezzato il contenuto non mancate di votare e lasciare un commento tramite l’apposita pagina nel “citizen spotlight” del sito RSI.